Contenuto Principale

 

Il condominio 2018 - Norme civilistiche e fiscali

Condominio minimo, super condominio, sisma bonus, obblighi degli amministratori di condominio

I rapporti tra condomini e, tra questi ultimi e l’amministratore; la figura dell’amministratore tra legittimazioni, competenze e doveri; l’instaurazione e lo scioglimento dei rapporti; il supercondominio; gli aspetti a rilevanza fiscale inerenti alla realtà condominiale, tra comunicazioni, adempimenti, agevolazioni e scadenze; l’Ecobonus 2018.

Questo ed altro nel Dossier di Fisco e Tasse, anche alla luce delle recenti riforme e delle novità del 2017 e 2018.

Condomini con amministratore

Entro il 7 marzo 2017 gli amministratori di condominio hanno comunicato all'Agenzia delle Entrate i dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica, eseguiti sulle parti comuni del condominio nel corso del 2016.

Lo scopo di tale comunicazione è permettere all'Agenzia delle Entrate di inserire tali spese nelle dichiarazioni precompilate 2017, secondo le direttive comunicate dal MEF il 1° dicembre 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20.12.2016.

Condomini senza amministratore

Per quanto riguarda i condomini senza amministratori (cd. condomini minimi) l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul tema, e sui procedimenti da seguire per usufruire delle agevolazioni fiscali.

Riguardo alle spese di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico effettuato sulle parti comuni del condominio minimo, è stato chiarito che:

se il condominio con condòmini fino a 8, hanno nominato un amministratore quest’ultimo è tenuto a comunicare all’Agenzia delle entrate i dati relativi agli interventi di ristrutturazione e risparmio energetico già effettuati; i condòmini del cd “condominio minimo” che non abbiano provveduto a nominare un amministratore, non sono invece tenuti alla suddetta comunicazione.

Le ulteriori novità:

- il versamento, entro il 30 giugno e 20 dicembre di ogni anno, della ritenuta del 4% a titolo di acconto sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi, che non abbiano raggiunto la soglia minima della ritenuta pari a 500 euro, tra gli oneri cui il condominio - in qualità di sostituto d'imposta- è tenuto ad adempiere;

- l’approvazione del nuovo modello per la “Richiesta di registrazione ed adempimenti successivi – contratti di locazione e affitto immobili” (Modello RLI), in vigore a partire dal 9 settembre 2017. Tutte le istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica, negli speciali di Fisco e Tasse;

- la cessione dell’Ecobonus che riguarderà non solo gli interventi sul condominio, ma anche quelli sulle singole unità immobiliari. 50% per le ristrutturazioni e del 65% per gli Ecobonus, gli incentivi previsti. Infatti:

- saranno confermati i benefici del 70-75% e i sismabonus dell’80-85% per i condomini.sarà ridotta al 50% la detrazione per le caldaie, infissi e schermature solari;

- sarà introdotto un bonus del 36% con tetto massimo di 5000 € per la spesa sostenute per aree verdi;

- sarà previsto un fondo di garanzia di 150 milioni per i prestiti concessi dalle banche e finalizzati alla riqualificazione energetica.

https://www.fiscoetasse.com/obblighi-fiscali-condominio

 

Questo sito installa solo il Cookie-Accept. Non istalla Cookies di terze parti o Cookies di profilazione utenti. Consulta la privacy policy.

Chiudendo questo banner accetto i cookie.